Newsletter Sai Vibrionica

" Ogni volta che vedete una persona ammalata, scoraggiata, sconsolata o inferma, quello è il vostro campo di seva. " Sri Sathya Sai Baba
Hands Reaching Out

Profilo del professionista 03572...Gabon


Il praticante 03572…Gabon , laureato in gestione della biodiversità e degli ecosistemi forestali, è responsabile delle valutazioni ambientali dei Parchi Nazionali del Gabon. Condivide inoltre le sue conoscenze e la sua vasta esperienza in scienze ambientali attraverso lezioni settimanali presso la National School of Water and Forests.

Da bambino era religioso ma sentiva costantemente che gli mancava qualcosa dall’interno. All’età di 10 anni sviluppò un profondo desiderio di sentire e vedere Dio fisicamente. Sua madre era triste e temeva che egli potesse lasciare la casa per andare in cerca di Dio, perciò dirottò la sua mente verso gli studi. Venne a conoscenza di Swami nel 1998, tramite un invito ricevuto da sua sorella per partecipare alla celebrazione del compleanno di Sathya Sai Baba nel loro luogo natale. All’inizio, non convinto della divinità di Baba, perseverò nel sapere di più su di Lui, venne coinvolto nei bhajan e nelle attività di servizio, venne guidato in sogno sia da Shirdi Baba che da Sathya Sai e sentì di aver trovato ciò che mancava nella sua vita. Con piacere, rappresentò il proprio paese alla Conferenza dei Giovani Adulti tenutasi a Puttaparthi nel 2007. Il divino darshan di Swami in quest’occasione ed il Suo sguardo penetrante esaudirono il suo sogno, a lungo accarezzato, di trovarsi faccia a faccia con Dio e trasformarono anche la sua vita. La sua fede in Dio divenne stabile, riusciva a sentire Swami all’interno e divenne più tollerante e comprensivo verso i membri della sua famiglia ed i colleghi sul posto di lavoro.  Entro il 2009, aveva tradotto in Francese tutti i libri disponibili sui Veda in Inglese e Sanscrito e aveva anche cominciato a recitarli correttamente, come se li conoscesse da lungo tempo. Continua a tradurre libri su Swami. È presidente del Consiglio Nazionale dell’Organizzazione Internazionale Sathya Sai del Gabon dal Febbraio 2019 e segretario a livello regionale dei paesi africani di lingua Francese.

Venne introdotto alla Sai Vibrionica nel 2015 dal praticante 02819 che gli diede un rimedio per purificare e rafforzare la sua immunità dopo che aveva raccontato al praticante la sua esperienza di pre-morte. Questo avvenne nel 2013 durante il suo soggiorno a Puttaparthi, quando la sua vita era stata salvata da Swami. Sebbene avvertisse l’effetto positivo del rimedio, non era convinto che le vibrazioni potessero portare ad una guarigione. Nel Novembre 2017, mentre traduceva un libro su Swami, venne intuitivamente guidato a chiedere l’ammissione al corso di vibrionica. Si qualificò come AVP nel Luglio 2018, divenne VP a Dicembre 2018 e attualmente sta facendo il corso online per SVP.

Ogni giorno, dopo essere tornato dal lavoro e prima di trattare i pazienti a casa, il praticante accende una lampada ad olio nella sua stanza delle preghiere, invoca Swami affinché guarisca i pazienti, e canta mentalmente la Sai Gayathri. Ispira fiducia nei suoi pazienti per condividere i loro desideri e le loro delusioni senza timore e li ascolta attentamente con amore e cura, senza interromperli. I pazienti si sentono inoltre a casa e tranquilli con la sua rassicurante presenza. Il praticante avverte la presenza del Signore e la Sua guida mentre interagisce con i pazienti e quando prepara i rimedi. È certo che sia Swami a guidare, curare e guarire dall’interno e attraverso i sogni. Consiglia in maniera appropriata ai suoi pazienti di vivere nell’amore di Dio ed essere quindi sani e felici. 

Nell’ultimo anno, il praticante ha trattato con successo più di 200 pazienti. Ha anche affrontato casi complessi di pressione sanguigna elevata, stitichezza, sterilità femminile primaria, febbre tifoide, possessione da parte di spiriti maligni, attacchi di magia nera, infermità mentale, artrite, allergie respiratorie e cutanee. Invia rimedi per posta ai suoi pazienti in diversi paesi dell’Africa. Ogni volta che un paziente riferisce un miglioramento del 100%, prova grande gioia e ringrazia il Signore. Dice che praticare la vibrionica lo ha reso un buon ascoltatore, lo ha ampliato come persona nel comprendere e amare gli altri e gli ha permesso di diventare un umile strumento del Signore.

Il praticante considera ogni lavoro, sia esso spirituale, professionale o domestico, come lavoro di Swami ma si sente colmo di gratitudine a Swami per il Suo miracoloso e meraviglioso dono della vibrionica. È inoltre molto grato alla sua mentore 01620 per la sua preziosa guida, l’amore e la pazienza nell’affrontare le sue domande e i dubbi sull’argomento. Per lui, essere un praticante significa “un’opportunità d’oro per ascoltare il suo sé interiore e lavorare con il cuore”.  

Casi da condividere: