Newsletter Sai Vibrionica

" Ogni volta che vedete una persona ammalata, scoraggiata, sconsolata o inferma, quello è il vostro campo di seva. " Sri Sathya Sai Baba
Hands Reaching Out

Profilo del professionista 03553...Canada


La praticante 03553...Canada  una fisioterapista qualificata con 38 anni di esperienza professionale, si è ritirata due anni fa in qualità di Direttrice di Fisioterapia di un ospedale in Ontario, Canada. Si è avvicinata all’organizzazione di Swami nel 1986, quando ebbe il Suo darshan per la prima volta presso la Sua dimora al Dharmakshetra, Mumbai. Dal 1991 è stata un’insegnante balvikas attiva e fa tesoro del suo tempo con i bambini. È stata Coordinatrice Nazionale per l’Educazione dell’organizzazione Sai in Canada per oltre un decennio.

Venne a conoscenza della vibrionica per la prima volta nel 2015, attraverso una video conferenza di Souljourns del Coordinatore USA-Canada 01339. Questo risuonava con il suo stato mentale pieno di domande irrisolte circa la vita poiché avvenne poco dopo la morte della sua sorella maggiore a causa del cancro. L’anno successivo, fu testimone di una guarigione miracolosa in casa. Una parente di 96 anni che abitava con lei sviluppò la sindrome della bocca urente a metà del 2016. Non riusciva ad assumere cibo e cominciò a perdere peso. Tutti gli sforzi per fornirle sollievo attraverso il trattamento allopatico davano una tregua temporanea ma non riuscivano a curare la sua malattia. La famiglia contattò un praticante di vibrionica esperto che le inviò il rimedio a distanza poiché la paziente si rifiutava di assumere qualsiasi cosa per via orale. Entro una settimana, fu completamente guarita e il disturbo, ad oggi, non si è ripresentato. Profondamente toccata, la praticante chiese l’ammissione al corso di vibrionica e divenne AVP ad Ottobre 2016 e VP a Marzo 2017. 

Finora, la praticante ha trattato più di 140 pazienti. A parte i comuni disturbi stagionali come raffreddore/tosse/influenza e cattiva digestione, ha trattato con successo malattie croniche quali diabete (stadio precoce), mestruazioni dolorose, mal di testa, sindrome del tunnel carpale, allergie respiratorie e tigna, oltre ad occuparsi dei problemi di salute degli animali domestici intorno a lei. I disturbi per cui i pazienti hanno avuto un sostanziale sollievo comprendono acidità, stitichezza, diverticolo di Zencher (formazione di una sacca tra la parte inferiore della gola e l’esofago), ipotiroidismo, caduta dei capelli, problemi renali, ingrossamento della prostata, stress, disturbi del sonno, depressione, autismo, sinusite cronica, dolori scheletrici comprendenti capsulite adesiva (o spalla congelata), lichen planus e rosacea. La praticante ritiene che la riduzione del dosaggio, in molti casi, sia impossibile poiché i pazienti se la prendono comoda quando si sentono quasi guariti e non ritornano. 

Ha notato un rapido sollievo quando CC18.5 Neuralgia viene aggiunto a CC20.5 Spine per dolori alla schiena e al collo. La combinazione CC1.2 Plant tonic + CC17.2 Cleansing + CC21.7 Fungus ha dato risultati sbalorditivi nelle piante. La sua pianta di orchidea, che era sterile da 2 anni, cominciò a fiorire nel giro di 2 mesi. Entro un mese, le mosche bianche scomparvero dalle sue piante di basilico sacro e le foglie della pianta di rose, che erano state divorate dagli insetti, tornarono sane. Vedendo il suo magnifico giardino, amici e pazienti l’hanno sommersa di richieste per il suo rimedio vegetale.

Condivide l’interessante caso di una ragazza di 23 anni da lei trattata per una fibrillazione atriale a cui aveva dato una boccetta extra di pillole di CC10.1 Emergencies per far fronte a qualunque situazione imprevista. La ragazza era allergica alle noci poiché le scatenavano costrizione bronchiale, prurito e nausea; non aveva detto questo alla praticante. Aveva cura di non assumere noci ed inoltre portava con sé l’EpiPen (un autoiniettore) per affrontare qualsiasi emergenza. Un giorno di Giugno 2019, si dimenticò di portare con sé l’autoiniettore e, inavvertitamente, consumò delle noci in un ristorante. Spinta da sua madre, prese immediatamente una dose di CC10.1 Emergencies a cui fece seguire CC19.2 Respiratory allergies che sua sorella teneva per sé e lo ripeté ogni ora fino a quando arrivò casa. Grazie alla vibrionica, non ebbe la consueta reazione allergica alle noci. In seguito condivise le pillole della sua boccetta di CC10.1 Emergencies con il suo sportivo fratello quando questi si infortunò giocando. Si riprese miracolosamente in 2 giorni e da allora ha iniziato a prendere il rimedio vibrazionale dalla praticante.

Tra gli impegni domestici e sociali, la praticante dà la massima priorità alla vibrionica, ne diffonde la consapevolezza ovunque sia possibile e collabora con altri praticanti. Per un facile accesso, mantiene sistematicamente le registrazioni dei pazienti  su computer; segue regolarmente i suoi casi e controlla le sue scorte una volta alla settimana. I membri della sua famiglia non vedono l’ora di aiutarla nel procurarsi pillole e boccette e spedendo i rimedi. Quando si allontana per più di due settimane, si assicura che i suoi pazienti non ne risentano. Ha assegnato del tempo al seva amministrativo e ultimamente ha aiutato il gruppo centrale nella formattazione delle newsletter e nella revisione dei profili dei praticanti. 

Sebbene condizionata a pensare più con la testa che con il cuore, è lieta che la vibrionica le abbia insegnato soprattutto ad ascoltare il proprio cuore. Ritiene che la preghiera silenziosa durante la preparazione dei rimedi, la preghiera quotidiana per il benessere di tutti quanti nell’universo e il canto della Gayathri per 108 volte ogni mattina la mantengano centrata e focalizzata. Pensa che questo seva, il dono più prezioso di Swami, abbia ridotto la sua presunzione e il suo egoismo e le abbia permesso di essere tranquilla in uno spirito di resa. Dice che tutti i praticanti sono stati scelti per servire nella Sua missione. Perciò, la vibrionica deve essere promossa con tutto l’amore e la dedizione a nostra disposizione, per onorare la fiducia in noi riposta e l’opportunità concessa da Swami.

Casi da condividere: